Raspberry Ketone e il diabete mellito

I farmaci contenenti i chetoni di lampone sono già da tempo noti ai consumatori. Tuttavia la popolarità di Raspberry Ketone tra gli obesi è cresciuta dopo che il medico americano Oz ha definito questo integratore biologico «un incredibile bruciatore di grassi».

I chetoni di lampone vengono ottenuti dalle bacche mature del cespuglio Rubus idaeus, che nell’arco di molti anni viene considerato un mezzo universale per combattere diverse malattie.

  • Secondo quanto sostenuto da molti esperti, Raspberry Ketone è uno dei prodotti maggiormente utili nei confronti dei pazienti affetti da diabete mellito.

Qual’è l’utilità di Raspberry Ketone?

Malgrado il gusto dolce, i lamponi presentano un indice glicemico ridotto, per cui non aumentano nè l’appetito nè il livello di zucchero nel sangue. L’alto contenuto di fibra alimentare presente nei lamponi contribuisce a ridurre il livello di colesterolo nel sangue.

  • Inoltre, le bacche di lamponi sono ricchi di vitamine e oligoelementi, contengono i chetoni – sostanze organiche che aumentano il metabolismo dei lipidi e rinforzano l’ossidazione degli acidi grassi nelle cellule del tessuto adiposo.

Raspberry Ketone viene impiegato in molti integratori alimentari in qualità di rimedio naturale per il dimagrimento e il ringiovanimento del corpo.

Per struttura chimica, i chetoni di lampone sono simili all’ alcaloide capsaicina, sostanza impiegata con successo in qualità di mezzo per dimagrire.

Si ritene che l’assunzione di Raspberry Ketone da parte di persone obese affette dal diabete di tipo 2 aumenti la sensibilità nei confronti dell’insulina, riducendo così il livello di grasso nel sangue.

  • Di regola, il diabete di tipo 2 è sempre associato all’obesità, per cui per curarlo i medici raccomandano di eliminare il peso eccessivo.

Alcuni scienziati giapponesi che hanno condotto uno studio sui chetoni di lampone, hanno dimostrato che la loro assunzione aumenta il livello di adiponectina nel sangue. L’ormone adiponectina abbassa i livelli di glucosio nel sangue, riducendo così la probabilità di deposizione di glucosio sotto forma di grasso.

Secondo quanto sostenuto da molti esperti, l’adiponectina riduce la produzione di grassi nel fegato, contribuendo a ridurre inoltre la pressione sanguigna. Gli scienziati hanno scoperto che un normale livello di adiponectina nell’organismo previene lo sviluppo dell’ aterosclerosi e di malattie cardiovascolari.

Tra le altre cose, l’assunzione di Raspberry Ketone da parte di pazienti affetti da diabete, sopprime l’appetito eccessivo e contribuisce al fatto che l’organismo inizi ad utilizzare le riserve di grasso in qualità di fonte di energia.

Gli argomenti di cui sopra dimostrano che Raspberry Ketone contribuisce a migliorare lo stato diabetico dei pazienti, prevenendo il diabete di tipo 2 e l’obesità.